Tubercolosi: rapporto OMS 2017

 
 

La tubercolosi nel 2016 è stato il maggior killer infettivo ed è anche la causa principale delle morti legate alla resistenza antimicrobica e alla morte dellepersone affette da HIV, stando ai dati del nuovo Rapporto dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), Global Tubercolosis Report 2017.

Gli sforzi globali contro la tubercolosi hanno salvato circa 53 milioni divite dal 2000 e hanno ridotto il tasso di mortalità per tubercolosi (TB) del 37%, eppure secondo il Rapporto dell’OMS, nel 2016 ci sono stati oltre 10 milioni di nuovi casi di TB nel mondo, il 10% dei quali in persone con HIV. I Paesi maggiormente colpiti sono stati India, Indonesia, Cina, Filippine, Pakistan, Nigeria e Sudafrica.

I ceppi di TB multi-resistenti rappresentano un gravissimo problema. Secondo l’OMS si stima che ci siano stati 600 mila nuovi casi resistenti a rifampicina, il farmaco di prima linea più efficace, e di questi 490 mila eranomulti-resistenti. Circa metà di questi casi si sono verificati in India, Cina e Federazione Russa.


Consulta il testo completo del "Global Tubercolosis Report 2017" sul sito OMS.