Master presso l'Università della Campania

“MANAGEMENT DEL RISCHIO INFETTIVO CORRELATO ALL’ASSISTENZA SANITARIA” A.A. 2019/2020

 
 

È istituito, per l’a.a. 2019/20, il Master di Ateneo di I livello di durata annuale in “Management del rischio Infettivo correlato all’assistenza sanitaria” organizzato dal Dipartimento di Medicina Sperimentale di questa Università in collaborazione con la Società Scientifica Nazionale Infermieri Specialistici nel Rischio Infettivo (ANIPIO) e l’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Napoli (OPI).
Il Master si propone di far acquisire specifiche competenze per attivare interventi di Sorveglianza Epidemiologica e Controllo delle Infezioni Correlate all’Assistenza Sanitaria in contesti ospedalieri per acuti, strutture residenziali di lungodegenza e domiciliari.
Pianificare, gestire e valutare interventi di prevenzione, controllo e sorveglianza del rischio infettivo in integrazione con team multi-professionali. Garantire attività di supervisione, consulenza, formazione per trasferire le evidenze di ricerca alla pratica assistenziale e migliorare la qualità e la sicurezza degli interventi.
Il Master si propone di fornire i fondamenti culturali e gli strumenti pratici per lo viluppo delle capacità di gestione di organizzazioni dinamiche complesse attraverso il processo decisionale manageriale; l’individuazione di metodologie e strumenti per la realizzazione degli obiettivi; la valutazione degli interventi; la capacità di gestione dei processi per la prevenzione, sorveglianza e controllo delle Infezioni Correlate all’ Assistenza Socio-Sanitaria.

Al termine del Master lo studente dovrà essere in grado di:

  • Partecipare alla definizione delle politiche sanitarie e socio sanitarie per la tutela della salute e la sicurezza del cittadino;
  • Partecipare alla identificazione del rischio infettivo nei contesti sanitari e socio sanitari;
  • Pianificare, gestire e valutare gli interventi di prevenzione, controllo e sorveglianza del rischio infettivo in ambito multiprofessionale e multidisciplinare;
  • Pianificare, gestire e valutare progetti di formazione, ricerca e innovazione nell’ambito del rischio infettivo;
  • Pianificare gestire e condurre uno studio epidemiologico sulle infezioni correlate all’assistenza:
  • Garantire attività di supervisione e consulenza sul controllo del rischio infettivo basati sulle evidenze scientifiche;
  • Gestire relazioni efficaci attraverso l’utilizzo di tecniche di comunicazioni finalizzate al coinvolgimento dell’utente, del caregiver e degli operatori per il controllo del rischio infettivo;
  • Utilizzare, nel controllo del rischio infettivo, metodi e strumenti per orientare le scelte e migliorare la qualità degli interventi in relazione all’evoluzione tecnologica e delle conoscenze;
  • Promuovere l’adesione alle buone pratiche del controllo del rischio infettivo;
  • Realizzare attività di tutorato clinico per studenti o altri operatori in formazioni;
  • Conoscere e progettare forme di attività professionale innovative nell’ambito delle infezioni Correlate all’assistenza;
  • Adottare strategie di autoapprendimento e aggiornamento continuo delle proprie competenze Specialistiche.

Articolazione delle attività formative e dei relativi CFU

Il percorso didattico prevede l’attribuzione di 60 CFU (1500 ore), ciascuno dei quali corrisponde a 25 ore di lavoro.
L’impegno complessivo di 1500 ore di attività formative è così ripartito:

  • Didattica frontale 250 ore (20 CFU)
  • Studio individuale autonomo e guidato 650 ore (20 CFU)
  • Attività di tirocinio formativo 400 ore (12 CFU)
  • Esame finale 200 ore (8 CFU)
 

Presidente del Master: Prof. Italo Francesco Angelillo