Infezioni MDRO - antibioticoresistenza

 
 

Le infezioni dovute a microrganismi MDRO rappresentano un'emergenza sanitaria, spesso sono causate da microrganismi Gram positivi. Fino agli anni '80 i microrganismi  maggiormente coinvolti erano i Gram negativi. Tali infezioni, sono causate da batteri resistenti alla maggior parte degli antibiotici, anche agli antibiotici di ultima generazione. La causa delle resistenze è dovuta, all'uso  poco mirato degli antibiotici. Spesso queste infezioni sono fatali per i pazienti.
Tra i batteri Gram positivi  con maggiore resistenza ricordiamo lo Staphylococcus aureusmeticillino resistente MRSA, Pneumomococco resistente alle Beta – lattamasi, Enterococcovancomicina resistente VRE. 

 
 

Fra i batteri Gram negativi con grado di resistenza elevato verso le Beta- lattamasi,  abbiamo: Escherichia coli, Klebsiella pneumoniae resistente ai carbapenemici, Proteus mirabilis, Pseudomonas aeruginosa, Acinetobater baumanii e Stenotrophomonas maltophilia.
Il quadro epidemiologico è abbastanza importante, perché rappresenta una vera emergenza mondiale. Le raccomandazioni inerenti il contenimento di queste infezioni, riguardano un'adeguata antimicrobical stewardship e l'osservanza delle buone pratiche in materia di assistenza.

 

Le vie di trasmissione

  1. il contatto diretto e indiretto, tra una persona sana e una infetta o colonizzata, tramite le mani o attraverso strumenti per l'assistenza contaminati;
  2. via aerea, tramite microrganismi che viaggiano sospesi nell'aria e si trasmettono a distanza;
  3. attraverso goccioline emesse da una persona infetta/colonizzata durante un atto di tosse o uno starnuto cadendo ad una distanza di 1,5 m;
  4. attraverso il sangue tramite un veicolo contaminato.

Fattori di rischio

  1. I soggetti a rischio di contrarre un'infezione correlata all'assistenza (ICA) sono i degenti ricoverati non solo in ospedale, ma anche in strutture esterne RSA e pazienti che ricevono prestazioni ambulatoriali. Generalmente gli operatori sanitari non corrono alcun rischio di contrarre una ICA, a meno che non siano suscettibili per motivi di salute ( es., in terapia conimmunosoppressori, patologie croniche ecc.). I principali fattori di rischio per i pazienti sono:
  2. trapianti d'organo;
  3. malnutrizione;
  4. ustionati;
  5. gravi traumi;
  6. età: neonati, anziani;
  7. gravi patologie: tumori, immunodeficienza, anemia, diabete, cardiopatie, insufficienza renale.
 

Raccomandazioni da osservare

 
Clicca sull'immagine per ingrandirla
 
 
Approfondimenti
 

Linee guida, documenti di indirizzo

ECDC - Antimicrobial Resistance and Healthcare-associated Infections Programme

WHO-FAO-OIE. Global Framework for Development & Stewardship to Combat Antimicrobial Resistance. Maggio 2017

WHO. Global priority list of antibiotic-resistant bacteria to guide research, discovery, and development of new antibiotics. Febbraio 2017

Commissione europea. Antimicrobial Resistance. Report.June 2016

Global Action Plan on antimicrobal resistence Organizzazione mondiale della sanità -2015

Regione Friuli Venezia Giulia.Indicazioni per la sorveglianza dei microrganismi sentinella. Novembre 2014

Antimicrobial Resistance: RCN position on the nursing contribution Royal College of Nursing -2014 - Disponibile anche la traduzione e sintesi in italiano.

ESCMID guidelines for the management of the infection control measures to reduce transmission of multidrug-resistant Gram-negative bacteriain hospitalized patients
Linee guida del 2013 a cura della European Society of Clinical Microbiologyand Infectious Diseases (ESCMID)

Guide to the Elimination of Methicillin-Resistant Staphylococcus aureus (MRSA) Transmission in Hospital Settings, 2nd Edition - Seconda edizione, pubblicata nel 2010, della guida a cura dell’Association for Professionals in Infections Control and Epidemiology (APIC)

Guide to the Elimination of Methicillin-Resistant Staphylococcus aureus (MRSA) in theLong-Term Care Facility - Guida all’eliminazione dei ceppi di S.aureus resistenti alla meticillina (MRSA) nei reparti di lunga degenza, pubblicata nel 2009 dall’Association for Professionals in Infections Controland Epidemiology (APIC).

 

Articoli

Davey P et al.Interventions to improve antibiotic prescribing practices for hospital inpatients.Cochrane Database Syst Rev. 2017 Feb 9;2:CD003543

MacDougall C et al. An Interprofessional Curriculum onAntimicrobial Stewardship Improves Knowledge and Attitudes Toward AppropriateAntimicrobial Use and Collaboration. Open Forum Infect Dis. 2017 Jan 31;4(1):ofw225

ECDC. RAPID RISK ASSESSMENT. Carbapenem-resistant Enterobacteriaceae. Aprile 2016

 

Riferimenti legislativi nazionali, europei

Piano d'azione di lotta ai crescenti rischi di resistenza antimicrobica - comunicazione della Commissione al Parlamento e al Consiglio europei, emanata nel 2011

European strategic action plan on antibiotic resistance Piano strategico per la prevenzione e il controllo della resistenza agli antibiotici dell’Oms Europa presentato nel 2011