ANTISEPSI E DISINFEZIONE

ANTISETTICI/DISINFETTANTI e/o BIOCIDI

A cura di Maria Rosaria Esposito
Ultimo aggiornamento 15.02.2021


 

La procedura di antisepsi e disinfezione rappresenta uno dei capisaldi dell’igiene generale; la corretta applicazione consente di controllare il rischio infettivo e di interrompere la trasmissione di agenti patogeni verso i pazienti, operatori, oggetti e ambiente (Rutala et al. HICPAC, 2008) [1]; (Memo 6, 2011) [2]; (ANMDO, 2009) [3].

Le sostanze chimiche utilizzate per tale scopo esplicano un’azione microbicida verso gli agenti infettivi e si suddividono in Specialità Medicinali, Presidio Medico Chirurgico-PMC e Dispositivi Medici e/o Biocidi, classificati secondo lo schema 1(SIFO, 2015). [4]


 
 
Schema 1 Classificazione antisettici-PMC-disinfettanti-biocida

I biocidi e/o PMC includono gli antisettici (prodotti utilizzati sulla cute integra) e disinfettanti (prodotti utilizzati per oggetti, superfici e ambiente) mentre sono farmaci gli antisettici utilizzati sulla cute lesa o mucose (es. ulcere, meato urinario, cavo orale) (Rapporto ISS Covid-19 n. 19/2020) [5]; (Rutala, 2014) [6].

L’utilizzo appropriato dell’antisepsi e disinfezione rientra nella strategia globale per la riduzione delle infezioni correlate all’assistenza – ICA e infezioni del sito chirurgico (CDC SSI 2017 [7]; WHO, 2018 [8]).

E’ necessario utilizzare prodotti che possiedono e dimostrino l’efficacia (secondo le norme tecniche specifiche UNI EN) [9], dell’attività richiesta (virucida, battericida, sporicida), in considerazione anche dei necessari tempi di contatto, dei diversi substrati e dei possibili mezzi interferenti nei quali siano presenti gli agenti infettivi, poiché le proprietà microbicide potrebbero essere insufficienti, annullate o fortemente ridotte.

 
 
 

Biocida: prodotti in grado di distruggere gli organismi nocivi o comunque capaci di renderli innocui attraverso processi chimici/biologici, e non mediante la sola azione fisica o meccanica (articolo 3 del Regolamento (UE) N. 528/2012).

Attività di disinfezione: attività che riguardano il complesso di procedimenti e operazioni atti a rendere disinfettati ambienti confinati e aree di pertinenza e superfici mediante la distruzione o inattivazione di microrganismi patogeni (Rapporto ISS n. 19)

Antisepsi: processo mirante alla eliminazione/inattivazione degli agenti infettivi che si trovino sulla cute, integra o lesa, o sulle mucose.

Disinfezione: processo con cui vengono eliminati/inattivati la maggior parte dei microrganismi, ma non le spore da oggetti inanimati e superfici non biologiche.

Pulizia: rimozione di materiale estraneo (sporcizia, materiale organico, ecc.) da oggetti, superfici, cute, mucose.

Detergente: L’articolo 2.1 del Regolamento (CE) 648/2004.definisce «detergente»: “qualsiasi sostanza o miscela contenente saponi e/o altri tensioattivi destinata ad attività di lavaggio e pulizia” (ISS n. 19).La procedura di detersione e/o pulizia riduce il numero di microrganismi, rimuove il materiale e facilita la penetrazione del principio attivo e precedere l’antisepsi e la disinfezione.



Riferimenti bibliografici del testo

[1]. Rutala W.A, Weber D.J. and the Healthcare Infection Control Practices Advisory Committee (HICPAC). Guideline for Disinfection and Sterilisation in Healthcare Facilities, 2008. Update may 2019. https://www.cdc.gov/infectioncontrol/pdf/guidelines/disinfection-guidelines-H.pdf

[2]. ANMDO. Linee Guida per il corretto utilizzo degli antisettici – disinfettanti. Marzo 2009

[3]. Regione Emilia Romagna. MEMO_6. Antisepsi e disinfezione in ambito sanitario. Aprile 2011

[4]. SIFO. Linee di indirizzo tecnico La disinfezione, gli adempimenti della vigente legislazione e i criteri di scelta di formulazioni ed apparecchiature che espletano attività disinfettante. Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici Territoriali. ISBN 978-8-86528-© 2015 by Edizioni Il Campano.

[5]. Rapporto ISS COVID-19 · n. 19/2020 Rev Raccomandazioni ad interim sui disinfettanti nell’attuale emergenza COVID-19: presidi medico chirurgici e biocidi Gruppo di lavoro ISS Biocidi COVID-19

[6]. Rutala W.A, Weber D.J. Selection of the ideal disinfectant. Infect Control Hosp Epidemiol. 2014 Jul;35(7):855-65. doi: 10.1086/676877. Epub 2014 May 29. PubMed PMID: 24915214.



 

Linee guida e documenti di riferimento

[7] Berríos-Torres SI, Umscheid CA, Bratzler DW, et. al. Centers for Disease Control and Prevention Guideline for the Prevention of Surgical Site Infection, 2017. JAMA Surg. 2017 Aug 1;152(8):784-791.·

[8] WHO Global Guidelines for the Prevention of Surgical Site Infection. 2018; Review.·

[9] UNI EN UNI EN 14885:2019 Disinfettanti chimici ed antisettici - Applicazione delle Norme Europee per i disinfettanti chimici e gli antisettici ·

[10] Decontamination and Reprocessing of Medical Devices for Health-care Facilities. World Health Organization and Pan American Health Organization, 2016

 

Normativa di riferimento /Riferimenti legislativi

D.Lgs. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni.·

D.Lgs. 46/97 come modificato dal

D.Lgs. 37/2010 (Dispositivi Medici) (i disinfettanti per DM invasivi sono classificati in classe IIb e non più IIa).·

Regolamento (CE) 648/2004· REGOLAMENTO (UE) n. 528/2012 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 22 maggio 2012 relativo alla messa a disposizione sul mercato e all’uso dei biocidi·

D.Lgs. 219/2006 (Prodotti Medicinali).· DPR 392/1998 (PMC)

UNI EN UNI EN 14885:2019 Disinfettanti chimici ed antisettici - Applicazione delle Norme Europee per i disinfettanti chimici e gli antisettici(alcuni esempi)

- per virus UNI EN 14476 (per la cute) e UNI EN14476 e UNI EN 16777, per le superfici;

- per batteri UNI EN 13623:2020; 13727:2012;

ECHA: Efficacy Working Group Article 55(1) – hygienic hand disinfection (DE) 27/03/2020

 

APPROFONDIMENTI

- Tyan K, Levin A, Avalos-Pacheco A, Plana D, Rand EA, Yang H, Maliszewski LE, Chylek LA, Atta L, Tye MA, Carmack MM, Oglesby NS, Burgin S, Yu SH, LeBoeuf NR, Kemp JM. Considerations for the Selection and Use of Disinfectants Against SARS-CoV-2 in a Health Care Setting. Open Forum Infect Dis. 2020 Sep;7(9):ofaa396.

1. European Centre for Disease Prevention and Control. Disinfection of environments in healthcare and non-healthcare settings potentially contaminated with SARS-CoV-2. ECDC: Stockholm; March 2020 

2.Chin AWH, Poon LLM. Stability of SARS-CoV-2 in different environmental conditions - Authors' reply. Lancet Microbe. 2020 Aug;1(4):e146. doi: 10.1016/S2666-5247(20)30095-1. Epub 2020 Aug 6. PubMed PMID: 33521712; PubMed Central PMCID: PMC7833315.

3. Casey AL et al. Skin antisepsis: it’s not only what you use, it’s the way that you use it. Journal of Hospital Infection. 2017;96:221-222

4. Fasugba O et al. Systematic review and meta-analysis of the effectiveness of antiseptic agents for meatal cleaning in the prevention of catheter-associated urinary tract infections. Journal of Hospital Infection 2017;95:233-242

 

 

Link utili


ECHA:https://echa.europa.eu/it/information-on-chemicals/biocidal-active-substances

ECHA: Efficacy Working Group Article 55(1) – hygienic hand disinfection (DE) 27/03/2020


 

Revisioni della letteratura

Weber DJ, Rutala WA, Sickbert-Bennett EE. Use of germicides in health care settings-is there a relationship between germicide use and antimicrobial resistance: A concise review. Am J Infect Control. 2019 Jun;47S:A106-A109.

Harbarth S, Tuan Soh S, Horner C, Wilcox MH. Is reduced susceptibility to disinfectants and antiseptics a risk in healthcare settings? A point/counterpoint review. J Hosp Infect. 2014 Aug;87(4):194-202.

Protano C, Cammalleri V, Romano Spica V, Valeriani F, Vitali M. Hospital environment as a reservoir for cross transmission: cleaning and disinfection procedures. Ann Ig. 2019 Sep-Oct;31(5):436-448.

Afonso E, Blot K, Blot S. Prevention of hospital-acquired bloodstream infections through chlorhexidine gluconate-impregnated washcloth bathing in intensive care units: a systematic review and meta-analysis of randomised crossover trials. Euro Surveill. 2016 Nov 17;21(46).


 

Sezione News


[Weber, 2019] NEWS Use of germicides in health care settings-is there a relationship between germicide use and antimicrobial resistance: A concise review.

Nonostante in letteratura ci siano studi che riportano una ridotta suscettibilità dei biocidi definiti anche germicidi (termini che includono sia antisettici sia i disinfettanti), verso i patogeni resistenti agli antibiotici, questa associazione non è stata riscontrata nell’uso dei germicidi a dose raccomandate.

Sebbene i meccanismi di sviluppo di resistenza dei patogeni verso gli antibiotici siano simili per i germicidi, non sono state trovate prove di ridotta suscettibilità verso i biocidi/germicidi.