I futuri 18 ISRI Campani

 
I futuri 18 ISRI Campani - Università degli Studi di Napoli "Luigi Vanivtelli"
I futuri 18 ISRI Campani - Università degli Studi di Napoli "Luigi Vanivtelli"
 

Sono 18 gli infermieri iscritti al primo Master in “Management del rischio infettivo correlato all'assistenza sanitaria” istituito per l’anno accademico 2019-2020 dall’Università degli Studi della Campania "Luigi Vanvitelli". Ora più che mai servono figure esperte per tutelare la salute della collettività, gli ISRI, ossia gli infermieri specialisti nel rischio infettivo.
Il Consiglio direttivo ANIPIO augura buon lavoro ai 18 futuri ISRI campani.

Il master, di durata annuale, è partito il 10 gennaio ed è organizzato dal Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Università della Campania in collaborazione con la Società Scientifica Nazionale Infermieri Specialistici nel Rischio Infettivo (ANIPIO) e l’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Napoli (OPI). Si tratta di un corso di formazione avanzata che consente di acquisire competenze professionali specifiche cliniche, gestionali, organizzative, relazionali, da agire in autonomia e in collaborazione con gli altri professionisti dei vari contesti sanitari e socio-sanitari, sia pubblici sia privati. È ormai chiaro a tutti che questa figura, specializzata nella gestione del rischio infettivo, rappresenta una risorsa importante per i cittadini, per gli operatori e per le organizzazioni socio-sanitarie.

 
Vedi anche

Informazioni dettagliate sul Master in “Management del rischio infettivo correlato all'assistenza sanitaria” istituito nelle 4 diverse sedi: Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro, Università degli Studi di Parma, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”